EXPERIENCE CREATIVITY WITH JPTSTUDIO EXPERIENCE CREATIVITY WITH JPTSTUDIO EXPERIENCE CREATIVITY WITH JPTSTUDIO EXPERIENCE CREATIVITY WITH JPTSTUDIO

IoT o ToI?

differenti visioni della stessa rivoluzione

SEI PARTE O VUOI CREARE UN PROGETTO INDUSTRIA 4.0? PARLIAMONE

La quarta rivoluzione industriale, quella dell’industria 4.0, si sviluppa su diversi ambiti, legati alle nuove tecnologie digitali e convergenti sulla realizzazione di una produzione interconnessa e con un significativo grado di automazione. Nuove tecnologie e connessione sono quindi le protagoniste di questa nuova fase come lo fu la macchina a vapore nella prima rivoluzione industriale (1784), il motore a scoppio nella seconda (1870) e l’informatica nella terza (1970).

Le direttrici di sviluppo di questa nuova rivoluzione industriale, la quarta appunto, sono attraversate da un concetto che direttamente o indirettamente le caratterizza, giustifica e orienta: quello racchiuso nell’ormai noto acronimo IoT, Internet of Things, l’internet delle cose, ovvero l’interconnessione di elementi reali che entrano nel mondo digitale comunicando in rete al fine di svolgere direttamente o indirettamente la loro funzionalità in relazione alle informazioni circolanti e fornite anche dagli stessi elementi. L’acronimo IoT è stato quindi comunemente assunto quasi a sintesi onnicomprensiva del concetto più ampio dell’industria 4.0 non sfuggendo a semplificazioni più o meno congrue.

Bisogna tuttavia constatare che, quando il concetto IoT si traduce in strumenti operativi concreti e promettenti, la tentazione dietro l’angolo è quella ricorrente: rimanere abbagliati dalle potenzialità intrinseche di tecnologie, funzioni e strumenti, mettendo queste assolutamente al centro di un processo che invece è più ampio e complesso nell’interazione con l’utente o col sistema di riferimento. In questo caso ci si troverebbe in una sorta di realtà speculare allo IoT e cioè a quella che potremmo definire del ToI (Things of Internet) con strumenti che lavorano quasi per se stessi, in modo molto limitato e in forma quasi passiva rispetto alla rete.

Questo rischio è comprovato dal fatto che, ad esempio, uno degli aspetti caratteristici di questa fase è che gli strumenti di raccolta dati di cui dispongono le imprese (dalla terza rivoluzione industriale ad oggi), producono informazioni che vengono però utilizzate in misura ridottissima dalle imprese, nell’ordine dell’1% ! Questo esempio è emblematico se si considera che i dati e il loro scambio (attraverso la rete) sono il propellente della nuova rivoluzione industriale, proprio come lo fu il carbone nella prima e il petrolio e l’elettricità in seguito! Sono proprio i dati infatti, intesi come informazioni di diverse tipologie, che quando vengono condivisi, consentono a risorse diverse e collegate in rete di interagire adeguandosi alle necessità della domanda, elaborando di conseguenza risposte coerenti e quindi vincenti! Interpretare in modo innovativo le informazioni già in possesso dell’impresa è quindi un aspetto fondamentale perché consente di rispondere puntualmente e con grande efficacia (e quindi profitto) ai bisogni dell’utente o del partner.

FotoIntermezzo_Articolo_IoT

Nel nostro lavoro abbiamo elaborato precisi metodi di valutazione di queste informazioni e abbiamo constatato che, oltre ai vantaggi diretti derivati dal loro corretto utilizzo, nascono molto spesso anche nuove o rinnovate visioni imprenditoriali, capaci di sfruttare al meglio opportunità, incentivi tecnologici e finanziari, proprio come è accaduto con le industrie 4.0 già nostre partner. Questo succede perché siamo già e sempre più nell’era dell’industria digitale, interconnessa ed intelligente, nell’era dei processi sempre più efficienti, integrati e sostenibili. Non si ragiona più in termini di attività isolate quindi ma di partners che, seppur lontani, cooperano e collaborano tra loro per migliorare sia se stessi che l’intero comparto. Il Team di Jpt Studio è già completamente immerso in questa realtà in evoluzione, sia come impresa che in collaborazione con i suoi partner, essendo sempre aperti alla sinergia con le attività orientate a questa imperdibile occasione di crescita, quindi, se queste opportunità appassionano anche te, contattaci subito!

JPTSTUDIO.COM
>

IoT o ToI?

differenti visioni, stessa rivoluzione

SEI IN UN PROGETTO INDUSTRIA4.0? CONTATTACI

La quarta rivoluzione industriale, quella dell’industria 4.0, si sviluppa su diversi ambiti, legati alle nuove tecnologie digitali e convergenti sulla realizzazione di una produzione interconnessa e con un significativo grado di automazione. Nuove tecnologie e connessione sono quindi le protagoniste di questa nuova fase come lo fu la macchina a vapore nella prima rivoluzione industriale (1784), il motore a scoppio nella seconda (1870) e l’informatica nella terza (1970).

Le direttrici di sviluppo di questa nuova rivoluzione industriale, la quarta appunto, sono attraversate da un concetto che direttamente o indirettamente le caratterizza, giustifica e orienta: quello racchiuso nell’ormai noto acronimo IoT, Internet of Things, l’internet delle cose, ovvero l’interconnessione di elementi reali che entrano nel mondo digitale comunicando in rete al fine di svolgere direttamente o indirettamente la loro funzionalità in relazione alle informazioni circolanti e fornite anche dagli stessi elementi. L’acronimo IoT è stato quindi comunemente assunto quasi a sintesi onnicomprensiva del concetto più ampio dell’industria 4.0 non sfuggendo a semplificazioni più o meno congrue. Bisogna tuttavia constatare che, quando il concetto IoT si traduce in strumenti operativi concreti e promettenti, la tentazione dietro l’angolo è quella ricorrente: rimanere abbagliati dalle potenzialità intrinseche di tecnologie, funzioni e strumenti, mettendo queste assolutamente al centro di un processo che invece è più ampio e complesso nell’interazione con l’utente o col sistema di riferimento. In questo caso ci si troverebbe in una sorta di realtà speculare allo IoT e cioè a quella che potremmo definire del ToI (Things of Internet) con strumenti che lavorano quasi per se stessi, in modo molto limitato e in forma quasi passiva rispetto alla rete. Questo rischio è comprovato dal fatto che, ad esempio, uno degli aspetti caratteristici di questa fase è che gli strumenti di raccolta dati di cui dispongono le imprese (dalla terza rivoluzione industriale ad oggi), producono informazioni che vengono però utilizzate in misura ridottissima dalle imprese, nell’ordine dell’1% ! Questo esempio è emblematico se si considera che i dati e il loro scambio (attraverso la rete) sono il propellente della nuova rivoluzione industriale, proprio come lo fu il carbone nella prima e il petrolio e l’elettricità in seguito! Sono proprio i dati infatti, intesi come informazioni di diverse tipologie, che quando vengono condivisi, consentono a risorse diverse e collegate in rete di interagire adeguandosi alle necessità della domanda, elaborando di conseguenza risposte coerenti e quindi vincenti! Interpretare in modo innovativo le informazioni già in possesso dell’impresa è quindi un aspetto fondamentale perché consente di rispondere puntualmente e con grande efficacia (e quindi profitto) ai bisogni dell’utente o del partner.

FotoIntermezzo_Articolo_IoT

Nel nostro lavoro abbiamo elaborato precisi metodi di valutazione di queste informazioni e abbiamo constatato che, oltre ai vantaggi diretti derivati dal loro corretto utilizzo, nascono molto spesso anche nuove o rinnovate visioni imprenditoriali, capaci di sfruttare al meglio opportunità, incentivi tecnologici e finanziari, proprio come è accaduto con le industrie 4.0 già nostre partner. Questo succede perché siamo già e sempre più nell’era dell’industria digitale, interconnessa ed intelligente, nell’era dei processi sempre più efficienti, integrati e sostenibili. Non si ragiona più in termini di attività isolate quindi ma di partners che, seppur lontani, cooperano e collaborano tra loro per migliorare sia se stessi che l’intero comparto. Il Team di Jpt Studio è già completamente immerso in questa realtà in evoluzione, sia come impresa che in collaborazione con i suoi partner, essendo sempre aperti alla sinergia con le attività orientate a questa imperdibile occasione di crescita, quindi, se queste opportunità appassionano anche te, contattaci subito!